Cosa è la presbiopia

Cos’è la presbiopia?

Presbiopia, cos’è la presbiopia dici mentre mi fissi negli occhi…

No, non è un blog sulla poesia. Qui troverai tutto ciò che ti serve sapere sui tuoi problemi, per vedere bene da vicino

Entriamo nel vivo.

Scommetti che azzecco la tua età? Direi intorno ai 45 –  anno più, anno meno.

Mi sbaglio?

Ultimamente, starai notando che ti costa leggere il giornale con chiarezza, o vedere lo schermo del cellulare quando scrivi un messaggio, e persino l’ora sull’orologio è difficile da decifrare.

Se stai leggendo questo blog, probabilmente, avrò azzeccato le due domande precedenti e starai cominciando a vivere i primi sintomi della presbiopia.

Se non stai leggendo questo blog per i motivi che ho appena elencato, spero che tu non sia uno studente di ottica alla ricerca di informazioni perché, sebbene sia Laureato in Ottica e Optometria, i miei voti non sono stati mai alti.

Detto ciò, quello che cercherò di spiegare è il fenomeno della presbiopia, le sue possibili cause e le eventuali soluzioni.

Pronti?

Spero che tu non stia leggendo questo articolo sul cellulare, ipad o tablet, perché altrimenti dovresti ingrandire le lettere o ricorrere a una delle soluzioni spiegate qui di seguito.

Prima di andare avanti: questo è il mio sponsor. Se si fa clic sul link qui sotto, si otterrà il miglior prezzo in occhiali multifocali e vi aiuterà a mantenere vivo questo blog.

La presbiopia : occhiali progressivi prezzo

Andiamo al sodo.

Per i più pigri: potete scorrere fino in fondo per trovare una definizione rapida.

Questo è il punto:

Cos’è la presbiopia?

“La presbiopia è un difetto visivo che consiste nella difficoltà di vedere oggetti o leggere testi da vicino. Viene associata all’età e comincia a manifestarsi tra i 45 e i 50 anni, sebbene possa apparire prima o dopo, per vari motivi.”

 

Prima di continuare, osserva le seguenti immagini, per comprendere meglio il fenomeno della presbiopia.

Anatomia dell’occhio umano

cosa él la presbiopia

 

 

cosa é la presbiopia

L’occhio umano è molto simile ad una fotocamera.

 

La prima figura illustra l’anatomia interna dell’occhio, importante per capire in cosa consiste la presbiopia.

Le due parti chiave dell’occhio, relazionate con la presbiopia, sono il muscolo o corpo ciliare, il cristallino e le fibre che lo sostentano, le quali aderiscono e sono controllate dal cosiddetto corpo o muscolo ciliare.

La seconda immagine mette a confronto l’occhio umano e una fotocamera. Si tratta di due sistemi ottici con varie somiglianze, il che ci aiuterà a comprendere meglio ciò che spiegheremo in seguito.

Ma non è tutto.

Date prima un’occhiata a queste due animazioni, che evidenziano i fenomeni della vista e dell’accomodazione.

cosa çel la presbiopia
La visione si realizza con il passaggio della luce all’occhio, attraverso la cornea e il cristallino.

Retina – Cornea – Pupilla – Camera anteriore – Iride – Cristallino

 

coas e la presbiopia
Fenomeno di accomodazione, collegato con la presbiopia.

 

Come viene prodotta la visione umana?

Il fenomeno della visione viene spiegato come la capacità del cervello di interpretare le immagini che si formano nella retina dell’occhio.

Sí, nella retina.

Tali immagini penetrano il bulbo oculare, mediante la cornea, attraversano il cristallino e raggiungono la retina.

Posto che si parli di un occhio senza difetti visivi (ad esempio, miopia, ipermetropia o astigmatismo).

In questo caso, se l’occhio guarda da lontano, non viene prodotto il fenomeno di accomodazione che potete vedere nella immagina sopra, quella con l’albero.

Quando l’occhio mette a fuoco l’albero, il cristallino non lavora.

Se l’occhio mette a fuoco oggetti vicini (la A della figura), il sistema di accomodazione si attiva involontariamente, il muscolo ciliare comincia a lavorare e, insieme, permettono al cristallino di cambiare la curvatura, mediante le fibre che li uniscono, cosicché l’occhio possa essere in grado di mettere a fuoco gli oggetti collocati nelle vicinanze.

Tutto chiaro finora? Continuiamo.

Origine della presbiopia

Non è ancora chiara l’origine del difetto visivo o rifrattivo, chiamato presbiopia.

La maggior parte dei testi scientifici allude alla perdita d’elasticità del cristallino nel cambiare la curvatura.

Altri parlano di perdita di funzionalità del muscolo ciliare nello stimolare il cristallino.

Credo che la descrizione più adeguata si debba ad entrambe: perdita d’elasticità del cristallino e perdita del tono (forza) del muscolo ciliare.

Quando la presbiopia accenna a manifestarsi, il muscolo ciliare non è in grado di far lavorare le fibre che lo uniscono al cristallino.

Tale cristallino, di per sé, avrà perso elasticità, per cui non potrà modificare sufficientemente la sua curvatura. Non sarà, perciò, possibile mettere a fuoco gli oggetti vicini.

Questo è ciò che dice Wikipedia della presbiopia.

Ma quello che rimane dell’articolo ti interessa, e tanto.

Sintomi della Presbiopia

I sintomi della presbiopia sono facili da riconoscere: cominciamo a vedere sfocato da vicino però, allontanando l’oggetto che vogliamo vedere, si fa più nitido – non è così?

Ma attenzione,

trattandosi di un difetto visivo che peggiora con l’età, arriverà un momento in cui non potremo leggere libri, giornali, ecc. – visto che non abbiamo le braccia dell’Ispettore Gadget.

Possono manifestarsi altri tipi di sintomi, come l’affaticamento visivo, mal di testa, prurito agli occhi o sonnolenza anormale.

Soluzioni per la presbiopia

Il modo più semplice di correggere la presbiopia è con:

Occhiali da vicinanza.

Ma non finisce lì.

Se una persona porta già occhiali per vederci da lontano, dovrà usare una graduazione diversa per vederci bene da vicino. Tale graduazione è nota con il termine di Addizione.  (en este caso la semejanza entre los dos términos es mucho menos ambigua)

Esistono diverse lenti/occhiali per correggere la presbiopia:

monofocali, progressive, bifocali, trifocali, ecc.

Occhiali progressivi

Gli occhiali progressivi, di cui parleremo nei prossimi articoli, sono la migliore opzione per correggere una presbiopia incipiente, ovvero, quella di una persona che si è appena resa conto che non vede bene da vicino.

Ci sono vari tipi di occhiali progressivi e, se sbirci tra i link dell’articolo, o del blog, potrai conoscere diffusamente tutte le loro caratteristiche, vantaggi, inconvenienti, prezzi, ecc.

Continua a leggere …

Occhiali bifocali

Gli occhiali con lenti bifocali sono in disuso a causa della loro mancata funzionalità.

Sono i tipici occhiali con uno stacco netto tra le due aree della lente che portano molti anziani. Era una opzione largamente diffusa e abbastanza accettabile circa 40 anni fa.

A proposito, se stai pensando di comprarti degli occhiali progressivi, dai un’occhiata a questo link per averle al miglior prezzo. Clicca qui.

Lenti a contatto

Altro modo per correggere la presbiopia, e in gran parte sconosciuto, sono le lenti a contatto multifocali, più note come lenti a contatto progressive.

Non sono una soluzione definitiva, perché non danno ottimi risultati di acutezza visiva per tutte le distanze, però possono essere una momentanea soluzione per liberarsi degli occhiali qualche giorno alla settimana, qualche ora al giorno.

Vanno relazionate, soprattutto, ai momenti di ozio.

Chirurgia

E, infine, è giusto sapere che esiste l’opzione della chirurgia.

L’operazione della presbiopia è, attualmente, possibile e i risultati possono essere positivi.

Esistono diversi modi di correggere la presbiopia attraverso la chirurgia. Principalmente, si tratta dell’uso del laser o della sostituzione del cristallino con una lente artificiale. Normalmente, i risultati sono soddisfacenti.

Negli articoli successivi, spiegheremo più concretamente e profondamente le differenze tecniche di correzione della presbiopia.

Conclusione

Sebbene la presbiopia sia un difetto visivo progressivo, non comporta nessun rischio per la salute visiva: non state diventando ciechi, o qualcosa del genere.

Nonostante ciò,

è vero che comporta un certo disagio alle persone che hanno bisogno di vedere bene da vicino continuamente.

O, semplicemente, e come detto all’inizio dell’articolo, a qualsiasi persona che voglia vedere l’ora sull’orologio, scrivere un messaggio, o leggere il giornale.

È il tuo caso, no?

È proprio per questo che si consiglia di rivolgersi all’ottica o clinica di oftalmologia quando si comincia a notare i sintomi descritti sopra.

Sicuramente, la presbiopia non verrà arrestata, ma l’optometrista o oftalmologo che ti tratta, ti indicherà il miglior modo per affrontare il problema ed evitare che avanzi in modo allarmante.

Ebbene sí, allarmante.

Perché possono presentarsi due situazioni:

  • può capitare che vi arrangiate mediamente bene allontanando l’oggetto da mettere a fuoco, distendendo il braccio o usando tanta luce per due o tre anni.
  • Può anche succedere che la perdita di vista da vicino possa manifestarsi improvvisamente.

 

Non impanicarti, succede perché abbiamo forzato la restante capacità di accomodazione del muscolo ciliare e arriva un momento in cui dice ‘basta!’.

 

Il resto è interessante.

 

Etimologia della parola presbiopia

 

Chiudiamo l’articolo spiegando la etimologia della parola presbiopia. Il termine tecnico presbiopia viene dal greco présbys, che significa anziano.

Non fraintendetemi, so che non sei vecchio o vecchia, è semplicemente una questione di etimologia.

La definizione produce molte controversie tra pazienti e optometristi perché, non di rado, molti giovani accorrono a consulta optometrica per disturbi dovuti alla presbiopia.

Il problema della presbiopia si potrebbe, realmente, denominare come affaticamento visivo. Tale controversia verrà trattata nei successivi articoli.

 

Vorrei dirvi, concludendo, che la realizzazione di questo blog è possibile grazie ai suoi sponsor, per cui se hai bisogno di servizi o prodotti relativi all’ottica o all’oftalmologia, ti invito a cliccare su uno dei seguenti banner.

Questo ti piacerà

Adesso potrai andare all’ottica o dall’oftalmologo vantandoti di sapere cosa è la presbiopia.

Da un punto di vista professionale, vi dirò che tale atteggiamento non risulta per niente piacevole ai professionisti della vista, ma, personalmente, capisco che è giusto mantenersi informati in materia di salute.

E, tra le centinaia di pagine web che potrete incontrare in rete, in questo blog vi spiegherò, nel modo più comprensibile e dilettevole, i diversi aspetti della presbiopia.

Video sulla presbiopia

 

Veloce definizione della presbiopia

Come ho anticipato all’inizio, se vuoi una definizione veloce del perché non vedi bene da vicino, te la riporto.

“La presbiopia è un difetto visivo che impedisce veder bene da vicino. Viene associato all’età, dacché si manifesta intorno ai 45 anni. La sua causa è il deterioramento delle strutture oculari responsabili della messa a fuoco da vicino (ciò che tecnicamente viene denominato come accomodazione). È un fenomeno progressivo che, però, non implica nessun rischio per la salute dell’occhio. Può risolversi con occhiali, lenti o chirurgia.”

 

Forse ti starai chiedendo: “Perché non viene spiegato sin da subito invece di sorbirmi tutta la storia della visione, la accomodazione ecc. ecc.?”

Beh, è ovvio che penso che tutto ciò che ho spiegato sia di interesse.

E poi, oltre ad essere interessante, è anche istruttivo e una persona che possa cercare su internet “presbiopia” penso che abbia un interesse che vada al di là della semplice definizione che si possa leggere su Wikipedia.

Se t’è piaciuto questo articolo ti chiedo vivamente di condividerlo.

Ho cominciato a creare questo progetto per divertimento, ma si è trasformato in un progetto di lavoro personale. E non solamente mio, ma di tante altre persone.

Inoltre, mi hanno scritto molti lettori preoccupati per la loro salute visiva e, se non fosse stato per questo blog, non avrei saputo come aiutarli.

Per questo, ti chiedo solamente di cliccare su uno dei tasti giù ché non ti costerà nulla, ma significa tanto per me.

E se mi scrivi un commento, potrei persino dirti che ti voglio bene…

Grazie.

Se ti è piaciuto, condividi.

Reader Interactions