Lenti a contatto progressive

Un’altra soluzione per correggere la presbiopia, sono le lenti a contatto progressive o multifocali. Questo tipo di lenti a contatto sono relativamente sconosciute al grande pubblico.

Le lenti a contatto progressive (multifocali) esistono da più di un decennio e gli optometristi le adattano relativamente spesso.

lenti a contatto progressive

Ma il numero di coloro che usano le lenti a contatto per la miopia o l’astigmatismo, e coloro che le usano per la presbiopia è chiaramente molto differente, con una netta superiorità dei primi.

Così come con le lenti a contatto per la correzione di altri difetti visivi, esistono molti tipi di lenti a contatto progressive classificate in base alla durata e al tipo di materiale di cui sono fatte. Iniziamo dalle lenti a contatto morbide

-Lenti a contatto giornaliere: si usano solo una volta e poi si buttano.

-Lenti a contatto settimanali/quindicinali: sono esclusive di un unico produttore

-Lenti a contatto mensili: sono le più diffuse per correggere la presbiopia, e per tutti i tipi di difetti visivi

-Lenti a contatto trimestrali: così come quelle settimanali sono esclusive di un unico produttore

-Lenti a contatto annuali: pochissimi produttori le includono nei loro cataloghi.

Le più diffuse sono quelle mensili. Anche se tutti i produttori offrono la correzione della miopia e dell’ipermetropia insieme alla presbiopia, sono pochissimi coloro che producono anche lenti a contatto multifocali per correggere l’astigmatismo.

Ogni produttore sceglie il materiale con il quale desidera sviluppare le proprie lenti a contatto progressive tra i diversi tipi di idrogel e idrogel al silicone esistenti.

Per quanto riguarda le gradazioni e gli altri parametri di produzione, è chiaro che più durata avrà la lente, più sarà personalizzabile. Una lente a contatto giornaliera avrà modelli di produzione standard, mentre una lente a contatto annuale sarà prodotta in modo personalizzato per un determinato utente finale.

Considerando il prezzo, le lenti a contatto monouso sono più costose rispetto a quelle annuali. Anche se è vero che quelle annuali hanno bisogno di liquidi per la conservazione più costosi.

Rimane da menzionare le ultime, cioè le lenti a contatto semirigide. Le quali sono conosciute dal pubblico come lenti a contatto rigide. Questo tipo di lenti a contatto sono le più difficili da adattare a causa della rigidità del loro materiale e quindi del conseguente disagio negli occhi. Tuttavia, quando ci si abitua a queste lenti è molto difficile e sconsigliabile fare il cambiamento per le morbide.

Disegno di lenti progressivi

Lenti a Contatto Progressive

I produttori si sforzano di innovare la produzione di lenti a contatto per correggere la presbiopia. Sono stati provati differenti progetti, come l’inserimento di cerchi concentrici, il cui principio si basa sul fatto che la visione da lontano viene eseguita attraverso la parte centrale della lente, e la visione da vicino viene eseguita dalla periferia della lente a contatto in questione.

Nonostante questo, possiamo dire che la maggior parte di queste lenti a contatto per correggere la presbiopia, si basano sulla tecnica della monovisione.

La tecnica della monovisione è un metodo che è stato utilizzato a lungo prima che uscissero sul mercato le prime lenti a contatto progressive e consiste nel correggere un occhio per la visione da lontano e l’altro per quella da vicino. C’è molta polemica per quanto riguarda l’uso di questa tecnica.

Dal momento che è possibile perdere la visione in 3D, ed è possibile avere dei problemi di “vertigini” o malessere da parte del paziente. Ma d’altra parte è anche vero che ci sono molti casi in cui i pazienti si sono abituati molto bene a questo tipo di visione e non vogliono sentir parlare di lenti a contatto progressive per correggere la presbiopia.

Come è stato accennato poche righe fa, la tecnologia per la produzione delle lenti a contatto progressive moderne si basa sull’ottimizzare della visione da lontano in un occhio, penalizzando l’altro occhio; e al contrario sull’ottimizzazione della visione da vicino nell’altro occhio, penalizzando il primo occhio ottimizzato da lontano.

In altre parole, quello che voglio dire è che vedremo sempre meglio con un occhio da lontano e con l’altro da vicino. Pertanto, in un certo senso si sta applicando la tecnica della monovisione.

Proprio per questo a metà strada tra la prima monovisione esistente e le nuove tecnologie di lenti per la presbiopia, esiste un alto grado di inadattabilità a queste lenti a contatto.

È molto difficile ottenere una visione ottimale per entrambe le distanze con questo tipo di lenti a contatto.

Perciò, molti optometristi raccomandano di utilizzare occasionalmente questo tipo di lenti a contatto, come per esempio durante giornate particolari, feste, serate, ecc.

Forse ti starai chiedendo, quali lenti a contatto devo utilizzare per la presbiopia?

Beh, la prima cosa che dovresti fare è andare al negozio di ottica e chiedere consiglio all’optometrista. Il o la professionista con cui parlerai ti dovrà consigliare e guidare in base alle tue esigenze.

Da parte tua, è necessario spiegare chiaramente le tue attività quotidiane inerenti con la vista, e l’uso che vorresti fare delle lenti per presbiopia. In questo modo entrambi dovreste arrivare ad un accordo e scegliere il tipo di lenti a contatto più adatto.

Questa decisione sarà chiaramente influenzata dal fatto se già usi delle lenti a contatto o meno.

Da questo umile blog incoraggiamo tutte le persone con presbiopia a provare le lenti a contatto progressive o multifocali. Si tratta di una grande opzione da considerare.

Reader Interactions

Leave A Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *